Le varianti più diffuse del Poker in Italia

E’ molto importante conoscere le regole di ogni variante del poker per poter comprendere meglio le tecniche e le strategie da usare per vincere il gioco.

Il poker è giocato in molte varianti, ognuna avente diverse combinazioni di carte, regole e punteggi.

I giochi di poker si dividono in tre categorie: Community Card Poker, Draw Poker e Stud Poker.

Community card poker: tutti i giocatori hanno le carte scoperte sul tavolo. Di questa categoria fanno parte le varianti Texas Hold’Em e Omaha.

Draw poker: i giocatori hanno un determinato numero di carte da non mostrare all’avversario, con le quali devono assemblare la combinazione migliore. Di questa categioria fa parte la variante 5 Card Draw.

Stud poker: Di questa categoria fanno parte le varianti  in cui il gioco si svolge con una o più carte scoperte.

 

Le varianti più diffuse in Italia

Le varianti del poker più conosciute e giocate in Italia sono Texas Hold’em, 5 Card Stud,  Poker all’ItalianaTelesina e Omaha.

Texas Hold’em

Nel Texas Hold’em ogni giocatore al tavolo riceve due carte coperte e vengono posizionate sul tavolo cinque carte scoperte visibili a tutti. Ogni giocatore utilizza queste cinque carte per abbinarle con le proprie due per poter ottenere una combinazione. Il gioco viene svolto con un mazzo classico da 52 carte, escludendo i jolly.

Il gioco si divide in fasi:

  • Puntate obbligatorie: il primo giocatore alla sinistra del mazziere chiamato dealer paga lo small blind, il secondo paga il big blind che corrisponde alla puntata minima per partecipare al gioco mentre lo small blind solitamente corrisponde alla metà di questo. Può essere previsto un ante cioè una puntata obbligatoria per tutti i giocatori da porre prima dei buio (blind).
  • Pre-flop: il mazziere distribuisce due carte coperte a tutti i giocatori, a partite da quello alla sua sinistra.
  • Flop: il mazziere scopre le prime tre carte sul tavolo. Queste carte possono essere utilizzate da tutti i giocatori per creare combinazioni con le proprie due. Girate le tre carte si ha un giro di puntate.
  • Turn: il mazziere scopre la quarta carta del mazzo che può essere utilizzata insieme alla propria mano come le prime tre. Si ha un giro di puntate e si passa al giro successivo.
  • River: il mazziere scopre l’ultima carta e si ha un ultimo giro di puntate. A questo punto ci sono cinque carte scoperte visibili a tutti e ogni giocatore possiede le proprie due carte. Il punto del giocatore è dato dalla miglior combinazione avuta.
  • Showdown: l’ultimo giocatore che ha rilanciato o il primo giocatore ad aver puntato mostra le proprie carte. Gli altri partecipanti che hanno visto la sua puntata possono fare lo stesso. Il giocatore che ha ottenuto il punto più alto vince il piatto. In caso di punteggio uguale vince il piatto il giocatore che possiede le carte più alte esterne al punto. Se nessuno dei due ha una carta più alta dell’avversario, i giocatori devono dividersi il piatto in due parti uguali.

5 Card Stud

Questa variante è molto simile al 7 card stud e possono giocare fino a 10 giocatori per tavolo. Si tratta di un limit game ed i punti sono gli stessi del Texas hold ‘em.

Ci sono diverse fasi in cui si divide il gioco:

  •  Ante up: pagato un determinato numero di chip, viene distribuita ad ogni giocatore una carta.
  • 1° distribuzione: dopo le scommesse il mazziere distribuisce una carta scoperta ad ogni giocatore.
  • 2° distribuzione: viene distribuita una seconda carta. Il giocatore con la carta più bassa pone in bring (puntata obbligatoria) corrispondente a metà della puntata intera, quindi spetta agli altri giocatori fare le puntate.
  • 3° distribuzione:  viene distribuita un’altra carta e le puntate si raddoppiano. Il giocatore con il punto più alto realizzato fin a quel momento inizia le puntate.
  • 4° distribuzione: stesse mosse della 3° distribuzione.
  • 5° distribuzione:  viene distribuita una carta scoperta ad ogni giocatore e si svolge l’ultimo giro di scommesse.
  • Showdown: i giocatori scoprono le proprie carte e si assegna il piatto al vincitore.

 

 

Poker all’Italiana

Il gioco si svolge con un numero di giocatori che va da 4  a 6 ed in base al numero si costruisce il mazzo di carte.

  • Ogni giocatore deve puntare un ammontare minimo di chip, cioè il piatto. Si inizia con la distribuzione di 5 carte coperte per ogni giocatore iniziando da quello alla sinistra del mazziere.
  • Per poter aprire la mano almeno un giocatore deve avere  una coppia di Jack, di Donne o di Re, o un punto superiore alla coppia. Se nessuno apre si passa la mano lasciando le chip sul tavolo e aggiungendo quelle di prima.
  • Il giocatore che ha fatto l’apertura può:

puntare fino a un massimo dell’ ammontare del piatto, i giocatori potranno passare la mano o rilanciare un piatto più alto.

– fare parola e se tutti i giocatori dovessero fare lo stesso, si ha una nuova mano lasciando il piatto sul tavolo.

– fare cheap e se tutti dovessero fare altrettanto, si mostrano le carte e il giocatore con il punto piu alto vince il piatto.

Telesina

Il gioco inizia con il mazziere che distribuisce per ogni giocatore una carta scoperta ed una coperta.

  • A questo punto comincia il primo giro di puntate.
  • Ad aprire il gioco sarà il giocatore che ha ricevuto la carta scoperta più alta, ed il giro prosegue in senso orario.
  • Una volta terminate le puntate il mazziere distribuisce un’altra carta scoperta ad ogni giocatore.
  • Si ha un nuovo giro di puntate che partono dal giocatore avente la combinazione di carte di valore maggiore, e questo procedimento si ripete fino alla quinta carta.
  •  Tutti coloro che sono rimasti in gioco devono mostrare la propria carta coperta.

Vince chi fa il punteggio più alto.

Omaha

II procedimento del gioco è simile al Texas hold’em:

  • Small blindBig blind: prima della distribuzione delle carte il giocatore alla sinistra del mazziere è obbligato a porre la somma prestabilita (in chip) mentre il giocatore che lo segue il doppio della somma.
  • Chiamate: il mazziere distribuisce quattro carte a testa. I giocatori devono puntare l’equivalente del big blind e poi possono fare check. Ogni giocatore può rilanciare.
  • Flop: Il mazziere scarta la prima carta del mazzo e ne distribuisce tre scoperte sul tavolo. A questo punto si apre un giro di puntate.
  • Turn: Il mazziere scarta un’altra carta e ne distribuisce una scoperta sul tavolo. Si apre poi un altro giro di puntate.
  • River: Stesso procedimento del Turn.
  • Showdown: I giocatori confrontano le carte con quelle sul tavolo e viene stabilita la “mano perfetta”, quindi il vincitore della mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *